NATURALITER

vai a cuccia vai a cuccia vai all'arca vai ai consigli vai alla gallery vai al forum
 
i consigli i consigli:
Partecipate anche tu a questa rubrica di NATURALITER con domande e suggerimenti scrivendo a:
info@naturaliter.it
Le risposte del veterinario alle vostre domande e suggerimenti verranno pubblicate in questa sezione.

 
 
Subject:
Cagnina con ansia da separazione.
30 aprile 99

Ho adottato dal 25/01/1999 una meticcia di due anni dal canile di Roma; il suo carattere molto docile , timido , pauroso , sottomesso anche troppo. Dopo un primo tempo passato ad ambientarsi nella nuova casa (appartamento di 70 mq senza balcone) e senza presentare problemi particolari , ha iniziato a soffrire in maniera molto forte la solitudine durante il giorno (rimane sola in casa circa 8 ore), manifestandola abbaiando , ululando , e scavando con le unghie e i denti (credo) la porta di casa. Quando io arrivo ha un respiro affannoso ed in uno stato d'ansia molto elevato.
Io non sono sicuro, ma credo che tutto abbia avuto inizio una sera ,perch la lasciai sola al buio nel corridoio di casa ,credendo che cio' fosse la cosa migliore per Lei (e' il mio primo cane!). Le dico questo perche' prima di questo episodio la sua paura era piu' controllata.
Ora le vorrei spiegare alcuni comportamenti di RUNA : mangia due volte al giorno circa 500 g. di cibo della Hill's sia secco che umido 150g. al mattino e 350g. la sera. Esce 2/3 volte al giorno per 2/3 ore complessive. Quando e' in casa e al guinzaglio ha un atteggiamento molto sottomesso ( all'inizio sono stato subito un po' deciso nei suoi confronti) , ma quando arrivo nel parco e la sciolgo assume subito un tono piu' baldanzoso e socializza subito sia con le persone che con gli altri cani ;gioca ,litiga insomma sembra piu' vivace. E' molto sensibile e motivata al cibo. Mentre quando e' in casa appare piu' abulica e distratta ed e' attratta solo dal cibo e dalle coccole che le propina la mia convivente (con lei e' un po' meno sottomessa e piu' giocherellona).Sia nei giochi che nella richiesta di cibo e' quasi sempre Lei che muove il primo passo, ma a volte se stimolata risponde abbastanza bene .Nell' ultimo mese di aprile ogni momento che era sola piangeva ed abbaiava .
Al momento in una scuola di addestramento per cercare di risolvere questo problema e per 12 giorni non posso vederla .
Vorrei sapere se Lei crede che abbia fatto bene a portarla in questa scuola , se pensa che il problema sia risolvibile, se ha dei consigli , suggerimenti , etc. insomma qualsiasi cosa che possa aiutare la mia splendida cagnetta e Me a vivere felici per i prossimi anni.

Grazie
Paolo

 
 
Risponde:
Dott. Laura Cutullo
Medico Veterinario


Il problema di Runa sicuramente ansia da separazione: quando sola viene "catturata" da uno stato di paura e angoscia che la disorienta e le fa combinare i disastri che poi lei trova tornando a casa.
Personalmente non sono affatto convinta che una separazione (anche se a fine di addestramento) sia una buona idea: quello che bisogna raggiungere una buona convivenza e ci conquistabile solo con un lavoro fatto insieme cane e padrone.
Probabilmente tra voi si instaurato un rapporto non troppo corretto che mette in ansia Runa, per superare ci proprio sul vostro rapporto reciproco che dovete lavorare, magari facendovi seguire da un bravo comportamentista (non da un addestratore, che tutta un'altra figura professionale) che possa a casa vostra e in vostra presenza valutare la situazione e impostare tutto un lavoro di recupero della sicurezza di Runa.
Vi consiglio di aiutare il tutto dandole alcuni Fiori di Bach: Star of Bethlehem per le varie esperienze passate (non dimentichiamo che arriva dal canile) Mimulus per la paura e l'ansia, Cerato per aumentare la sicurezza in se stessa, Honeysuckle per l'anelito di libert. La preparazione e la posologia sono descritte in
ARCA.
Questa non la "ricetta" tipica per l'ansia da separazione, ma quello che mi sembra pi adatto per iniziare una terapia riequilibratrice dato l'insieme del comportamento di Runa che Lei mi descrive, tenedo anche conto delle differenze fuori e dentro casa. In un secondo tempo questi fiori andranno sicuramente modificati.

Con i migliori saluti:
Dott. Laura Cutullo