NATURALITER

vai a cuccia vai a cuccia vai all'arca vai ai consigli vai alla gallery vai al forum
 
i consigli i consigli:
Partecipate anche tu a questa rubrica di NATURALITER con domande e suggerimenti scrivendo a:
info@naturaliter.it
Le risposte del veterinario alle vostre domande e suggerimenti verranno pubblicate in questa sezione.

 
 
Subject:
Notizie sull'Angiostrongylus cantonensis.
21 maggio 99

Gentili signori, mi trovo nella condizione di dover trovare informazioni su di un parassita, l'Angiostrongylus cantonensis, di capire principalmente quale sia il suo habitat, che organi intacca, dove "scava"...

Grata per l'attenzione, Vi saluto cordialmente.
Martina Agostini

 
 
Risponde:
Dott. Laura Cutullo
Medico Veterinario

L'angiostrongylus cantonensis Ŕ un nematode che parassitizza i ratti del Sud-est asiatico e del Sud Pacifico. L'ospite intermedio Ŕ un gasteropode di terra. Le larve del parassita invadono il cervello dei ratti e si sviluppano nel tessuto nervoso per circa due settimane, poi penetrano nelle spazio aracnoideo e attraverso il sistema venoso arrivano alle arterie polmonari. I sintomi nei ratti possono essere di lieve entitÓ oppure, se l'infestazione Ŕ grave, si possono manifestare movimenti di maneggio, cannibalismo e paraplegia. E' abbastanza frequente l'infestazione nelle persone che vivono nelle zone dove la parassitosi Ŕ presente. I sintomi sono: rigiditÓ del collo, sonnolenza, mal di testa, vomito, vertigine e paralisi facciale, a volte si ha parestesia cutanea. La paralisi agli arti nell'uomo pare non sia presente, i casi mortali sono molto rari.

Con i migliori saluti:
Dott. Laura Cutullo